Home » News » Cultura, scuola e sport » Il Gran Premio dell’Automobile al Parco del Valentino fa discutere in Circoscrizione

Il Gran Premio dell’Automobile al Parco del Valentino fa discutere in Circoscrizione

L’evento si svolgerà dall’11 al 14 giugno del 2015, all’interno di “Torino capitale dello Sport”. L’associazione Pro Natura è contraria. La riflessione del presidente Mario Cornelio Levi.

“Un parco storico come il Valentino, in parte divenuto parcheggio a cielo aperto, in parte Luna Park, in parte (nelle ore notturne) appendice della Movida di San Salvario, sembra che veda ora approdare al suo interno lo svolgimento del Gran Premio del Valentino, ed una
quattro giorni di iniziative commerciali che lo trasformeranno nel giugno del prossimo
anno in una sorta di Salone dell’Auto a cielo aperto, con la presenza dei grandi marchi
automobilistici e dei loro stand”. Si apre così la lettera che l’associazione Pro Natura Torino ha inviato al Sindaco della Città, al Presidente della Circoscrizione 8 e al Soprintendente i Beni Architettonici e Paesaggistici. “Immaginiamo – continua la missiva degli ambientalisti – una settimana di caos nel parco e intorno al parco, folla e problemi di parcheggio, rumore e invasione di pubblicità, quando la città ha ad esempio alla FIAT Mirafiori una grande pista di prova, vasti piazzali, e il Motor Village. Perché non scegliere un sito adeguato invece di continuare a riproporre il Valentino per ogni iniziativa commerciale, camuffata da manifestazione sportiva, in un parco già saturo, e toglierlo alla normale fruizione pedonale?”. La lettera si conclude invitando alla massima attenzione sia il Consiglio Comunale della Città, che dovrà votare la deroga ai regolamenti di utilizzo del parco, sia gli Enti di Tutela sovraordinati, che dovranno valutare l’impatto di tale iniziativa su un parco storico.
A queste perplessità per ora risponde il Presidente della Circoscrizione 8, Mario Cornelio Levi, il quale a titolo personale fa alcune considerazioni. “Il Valentino è stato interessato dagli anni ’30 ai ’50 da gare automobilistiche dell’allora Formula 1 e l’evento è un’edizione storica in ricordo di quegli anni. Rammento all’associazione che il Valentino non è della Circoscrizione, sarà quindi di chi ne ha la titolarità (il Comune) dover dire se è d’accordo o meno e a porre condizioni. Ovviamente – conclude Levi – sono sensibile anch’io alla tutela del parco e ad avere ampie garanzie sulla sua salvaguardia, ma mi aspetterei da Pro Natura una battaglia più incisiva per appoggiare le nostre richieste che avanziamo da tempo:, completa pedonalizzazione del Valentino e il recupero del V Padiglione come parcheggio permanente”.

L’EVENTO – Presentato ufficialmente qualche giorno fa, “Parco Valentino – Gran Premio dell’Automobile” si terrà dall’11 al 14 giugno 2015. Non un semplice salone, né uno show, né una gara, tengono a precisare dal comitato organizzatore, ma un misto di tutto questo con grande attenzione alla storia e al futuro, con un occhio al ‘green’ e alle nuove frontiere dell’auto. Un omaggio alla storia di una grande competizione disputata tra il 1935 e il 1955 proprio nel Parco, un ritorno alle radici alla grandezza di Nuvolari e Ascari, ma soprattutto allo spirito entusiasta e orientato al futuro, che guidava le scelte di quegli anni. Insomma, un festival, che metterà al centro l’auto come fenomeno culturale oltre che a realtà economico-produttiva. Il programma è intenso per i 4 giorni dell’evento: ci sarà una sfilata di modelli rari e storici che toccherà le più belle ed eleganti location della città: Piazza San Carlo, Piazza Vittorio, Piazza Castello, Via Roma e via Po, Giardini Reali e Basilica di Superga, per concludersi nella speciale della Reggia di Venaria Reale. (di G. D’Amelio)

Tags:

Sezione: Cultura, scuola e sport

Lascia un commento