Home » Dal territorio » Contro lo spreco parte una campagna di recupero di medicinali validi non scaduti

Contro lo spreco parte una campagna di recupero di medicinali validi non scaduti

Dal 5 maggio partirà a Torino la campagna per recuperare i farmaci non scaduti e inutilizzati. Anche in Circoscrizione alcune farmacie aderiscono all’iniziativa.

Il protocollo d’intesa è stato sottoscritto a Palazzo Civico dalla Città di Torino, Banco Farmaceutico, Federfarma, Ordine dei Farmacisti, Farmacie comunali, Farmauniti, Asl TO1 e TO2 e Amiat. Finalmente anche i farmaci non utilizzati e ancora attivi potranno essere recuperati, se si pensa quanti medicinali nelle nostre case, restano inutilizzati o sono sprecati e gettati nell’immondizia. Sono così buttati via tonnellate di farmaci ancora validi, è uno spreco enorme e una grave perdita economica per il nostro sistema sanitario, senza dimenticare le pesanti conseguenze negative prodotte sull’ambiente dallo smaltimento di tonnellate di medicinali. Così recuperati, diventano una risorsa, un bene prezioso per chi non ha possibilità economica per accedere alle cure. Si pensi che in Italia, ogni anno, gli oltre 1.500 enti d’assistenza, che sono sostenuti dal Banco Farmaceutico, hanno necessità di più di 2 milioni di confezioni di farmaci. A Torino, rispetto all’anno scorso, la richiesta di farmaci dei 38 enti d’assistenza convenzionati con Banco Farmaceutico, si è incrementata del 32% (163.000 confezioni), richiesta soddisfatta con le oltre 20mila confezioni di medicinali donate dai cittadini in occasione della Giornata di Raccolta 2014 (+10% rispetto al 2013), cui si aggiungono i farmaci derivanti dalle donazioni aziendali (115.000 nel 2013, con un aumento del 236% rispetto al 2012). In un periodo come questo, segnato da una forte crisi economica e occupazionale, i cui effetti si fanno sentire sui redditi di migliaia di famiglie torinesi, che non solo faticano ad arrivare alla fine del mese, ma spesso sono costrette a rinunciare anche ai farmaci, l’avere a disposizione tanti medicinali, che altrimenti andremmo nella spazzatura, è una manna dal cielo. Tecnicamente la donazione è molto semplice, ci si deve recare in una delle farmacie che aderiscono all’iniziativa ed espongono il logo, ci si rivolge al farmacista che provvede al controllo della scadenza e l’integrità della confezione, poi i medicinali saranno sistemati in appositi contenitori di raccolta. Si possono donare farmaci con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione originale integra, con l’esclusione dei farmaci che richiedono conservazione a temperatura controllata, quelli ospedalieri (fascia H) e appartenenti alla categoria delle sostanze psicotrope e stupefacenti. Un piccolo gesto di ognuno di noi può produrre un grande risultato contro la povertà sanitaria di molti. (di Marco Bani)

Le farmacie della nostra Circoscrizione che aderiscono all’iniziativa sono:
FARMACIA BORGARELLI Via Madama Cristina, 62
FARMACIA COMUNALE 25 Atrio Stazione P. Nuova
c.so Vitt. Emanuele, 53
FARMACIA PORTIS Via Madama Cristina, 37
FARMACIA SANTA MATILDE Via Madama Cristina, 78
FARMACIA BORGO PO Via Monferrato, 22/E
Società per gli asili notturni Umberto I Via Ormea, 119

Tags:

Sezione: Dal territorio

Lascia un commento