Home » Dal territorio » Per motivi di ordine pubblico salta il pranzo del 1° Maggio organizzato dal Circolo Bazura

Per motivi di ordine pubblico salta il pranzo del 1° Maggio organizzato dal Circolo Bazura

La Prefettura ha negato all’associazione il permesso di allestire una tavolata in via Belfiore. Causa una manifestazione del movimento dei Forconi in Corso Vittorio Emanuele II.

Al momento non si sa ancora se la manifestazione dei “Forconi” si terrà e tanto meno a che ora questa avrà luogo, ma ciò che sembra sicuro è che il pranzo del Primo Maggio organizzato in via Belfiore da Bazura, proprio davanti alla sede dell’associazione, è stato interdetto dalla Prefettura per ragioni di ordine pubblico. “Son due giorni che cerchiamo di avere informazioni dal prefetto – ha spiegato Luca La Rocca del Circolo Arci – ma senza ottenere nessuna risposta. Non ci sembra giusto che un’iniziativa come la nostra, che conta oltre duecento prenotazioni, venga vietata per una manifestazione di cui nessuno sembra saperne qualcosa”. Effettivamente sembra un paradosso, tuttavia i protocolli di sicurezza pubblica applicati dalle forze dell’ordine prevedono delle vie di fuga nelle vie limitrofe a quella in cui è previsto il passaggio di un corteo di manifestanti. Essendo coinvolto corso Vittorio Emanuele II, lato stazione, via Belfiore, purtroppo, rientra nell’area di sgombero. Il Bazura, quindi, se giovedì vorrà fare il pranzo deve farlo internamente e non in strada. “Cosa impossibile – sostiene La Rocca – perché il locale non può contenere un numero così alto di persone”. Rammarico anche dalla Circoscrizione da parte del Presidente Mario Cornelio Levi, che esprime solidarietà al Circolo Arci per non poter promuovere un “momento di socializzazione e di riflessione che coinvolge anche tanti abitanti del posto e che già l’anno scorso ha avuto un ottimo seguito senza creare il minimo problema”. (di Giovanni D’Amelio)

Tags:

Sezione: Dal territorio

Lascia un commento