Home » News » Una targa in ricordo di Ennio Pistoi, il partigiano che sapeva parlare di resistenza ai giovani

Una targa in ricordo di Ennio Pistoi, il partigiano che sapeva parlare di resistenza ai giovani

La copertina del libro"Nonno Ennio racconta. Perché parlare di Resistenza ai giovani"

La Giunta comunale ha deciso che l’apposizione avverrà in via Ormea 119, sulla facciata dell’unica porzione di edificio ancora esistente dell’ex carcere militare.

Nato a Torino nel 1920, Ennio Pistoi è morto il 6 febbraio del 2009. Cittadino onorario di Borgo San Dalmazzo, noto partigiano, famoso per la liberazione del carcere militare di Torino, realizzata senza colpo ferire, è stato anche autore di un libro (“Nonno Ennio racconta. Perché parlare di Resistenza ai giovani”) destinato inizialmente ai nipotini, in cui la Resistenza viene raccontata dalla viva voce di un nonno, cosa che poi ha fatto più volte nelle scuole e altrove. Pistoi fu il primo segretario della Democrazia Cristiana a Torino. Di lui gli storici ricordano principalmente la liberazione dell’aprile del 1944 di 120 persone rinchiuse nel carcere militare di Torino di corso Dante. Azione che lo vide vincente protagonista assieme a soli altri quattro partigiani. Successivamente arrestato, ostaggio dei tedeschi, restò detenuto fino al 25 aprile del 1945.

Tags:

Sezione: News

Lascia un commento