Home » News » Ambiente ed Ecologia » Sta per nascere il comitato della collina torinese, una difesa al nostro bene comune

Sta per nascere il comitato della collina torinese, una difesa al nostro bene comune

Da alcuni mesi è in gestazione  un organismo che dovrà assumere il compito di studiare, monitorare, difendere e promuovere la parte di città che si estende alla destra del Po. Nelle prossime settimane sarà approvata dalle Circoscrizioni 7 e 8 una delibera di intenti.

A volte da piccole idee possono nascere buone cose. Lo spunto è partito all’interno delle commissioni Ambiente delle due Circoscrizioni che contengono nei loro “confini” tutta la parte di collina della città. La 8 e la  7 insieme, infatti, arrivano a sud fino a Moncalieri e a nord fino a San Mauro .E comprendono una quantità di parchi e di eccellenze artistiche che ne fanno un territorio straordinario per bellezza, valore naturalistico e possibilità di promozione  turistica. Dal parco della Maddalena,al Parco della Rimembranza, dal Parco Europa al Parco del Nobile, da Villa Genero al Parco di Superga, la collina è percorsa da una rete di sentieri che meritano di essere scoperti e vissuti. Basta seguire  le proposte del coordinamento  che fa capo a Pro Natura, i cui volontari da anni li curano pulendoli e tenendoli aperti e organizzando piacevoli camminate per tutto l’arco dell’anno. E nella stessa grande area collinare  c’è il bellissimo borgo di Cavoretto (un tempo comune autonomo), e San Vito,  la Villa della Regina, la villa Abegg, il Monte dei Cappuccini e la Basilica di Superga per citare solo i luoghi più conosciuti E’ un patrimonio  prezioso ma con delle fragilità e delle criticità , che necessita di cure costanti e di un monitoraggio che consenta interventi mirati a tempestivi da parte di tutti gli enti che ne sono responsabili: dal Comune, alla Provincia, alla Regione, passando appunto per le due Circoscrizioni. Le quali hanno allora pensato di coordinarsi nel proporre di attivare  un Comitato per la Collina che, attraverso una mappatura del territorio definisca delle aree di intervento e degli obiettivi raggiungibili attraverso un lavoro ben integrato di controllo del territorio stesso. Per fare ciò occorre allora definire la governance di questo Comitato, chiamando in causa gli Uffici Tecnici del Comune e delle Circoscrizioni, la Provincia di Torino,la Guardia forestale e la Protezione Civile, l’Università, l’Amiat, le associazioni operanti sul territorio, i Comuni limitrofi. Per costruire pezzo per pezzo questo progetto sono stati già fatti alcuni incontri informali  e due Commissioni congiunte, una nella sede della Circoscrizione 7 il 29 novembre 2011 e una nella sede della 8 il 12 dicembre. E’ stato un inizio che verrà seguito da una delibera di intenti e dalla definizione di una o  due sedi che consentano di svolgere riunioni e raccogliere materiale. La Circoscrizione 8  si candida mettendo a disposizione la sede dell’Ecomuseo del Po di Corso Moncalieri 18  Ma  ciò che dovrebbe costituire  un luogo di incontro virtuale, ma fondamentale, è un sito internet che permetta di raccogliere le informazioni provenienti da tutti gli enti interessati .Se l’obiettivo è la salvaguardia ma anche la valorizzazione e la promozione della collina allora è importante che gli “attori” si conoscano  e siano messi in grado di razionalizzare gli interventi ponendo attenzione innanzi tutto al suolo, al verde pubblico, alla regimentazione delle acque, alla viabilità .Attenzione quindi prima di tutto al dissesto idrogeologico e alla cause che lo hanno provocato o continuano a provocarlo e coinvolgimento nel lavoro di conoscenza da parte delle associazioni e dei privati cittadini interessati a valorizzare e promuovere un territorio che conoscono e amano. Siamo agli inizi di un work in progress che si annuncia interessante , coinvolgente. e aperto alla partecipazione. Si è anche svolto un incontro informale lo scorso  12 marzo con l’ideatore del progetto Collina Po che nasce proprio per promuovere l’asse del Po e della collina che lo fiancheggia dal confine con Moncalieri a quello con  San Mauro per la parte torinese. Ma tutto il progetto e della sua realizzazione daremo notizia  “on the road”(di Germana Buffetti, Coordinatrice VI commissione Ambiente) Circoscrizione 8

Tags:

Sezione: Ambiente ed Ecologia

Lascia un commento