Home » Dal territorio » Parte da largo Saluzzo la mobilitazione contro tutte le forme di discriminazione

Parte da largo Saluzzo la mobilitazione contro tutte le forme di discriminazione

La manifestazione si terrà sabato 21 marzo con ritrovo alle ore 14 e si concluderà in piazza Carlo Alberto. Diverse le associazioni del territorio che hanno aderito all’evento.

“E’ urgente dare vita a una seria e continua mobilitazione antirazzista e non violenta, capace di contrastare manipolazioni produttrici di identità discriminanti e strategie di ‘sicurezza’ sostanzialmente espulsive, che da troppi anni stanno ostacolando, a livello locale, nazionale ed europeo, l’attuazione di vere politiche dei diritti, di accoglienza e di integrazione: le uniche che possono costruire una società in cui i semi di tutti i terrorismi e di tutti i razzismi siano preventivamente sconfitti”. In queste poche righe è racchiuso l’obiettivo della manifestazione cittadina che si svolgerà sabato 21 marzo con partenza alle ore 14 da largo Saluzzo e promossa dal comitato Torino mano nella mano contro il razzismo. “Negli ultimi anni – si legge ancora nel volantino che pubblicizza l’iniziativa – donne e uomini appartenenti e non a minoranze etniche, religiose, culturali hanno saputo combattere per l’uguaglianza e per i diritti di tutte e tutti. Hanno costruito forza e mobilitazione nei luoghi di lavoro e nelle città, superando la paura e prendendo la parola insieme a tutti coloro che si battono contro razzismo, xenofobia, omofobia, islamofobia, antisemitismo e ogni forma d’intolleranza. Oggi questa consapevolezza è di nuovo attaccata. Di nuovo forze politiche, sociali e culturali provano a ricacciare le persone che sono bersaglio di razzismo e discriminazione nel silenzio e nella paura, ancora una volta strumentalizzando le tragedie del mondo e le difficoltà delle persone per trasformare in colpevoli le vittime delle guerre, della fame, dello sfruttamento e in minaccia chiunque sia o appaia diverso, non omologato al pensiero e alla cultura della maggioranza”.

Diverse le associazioni che hanno fino ad ora aderito all’iniziativa, alcune attive anche nella Circoscrizione 8:: associazione Donne per la difesa della società civile, Manzoni People, associazione IIDA Italia Onlus, associazione Mamre Onlus, associazione Nakiri Onlus, Associazione Comunità Somala del Piemonte, associazione Me.dia.re, associazione Mosaico – Azioni per i rifugiati, CGIL TORINO, ACLI TORINO, CISL TORINO, UIL Torino, Gruppo Deportati Mai Più, associazione ASDC Perù, Gruppo Io mi attivo, Associazione Psicologi nel mondo Torino, associazione SUR, associazione Almaterra, associazione Frantz Fanon, ASAI, Terra del fuoco, Centro Iniziative per l’Europa del Piemonte, ENAR Italia, ASGI (associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione), ACLI Piemonte, Trepuntozero, associazione Senegalesi a Torino.

Tags:

Sezione: Dal territorio

Lascia un commento