Home » News » Cultura, scuola e sport » Ad aprile in San Salvario: Arte e Natura in ambiente urbano

Ad aprile in San Salvario: Arte e Natura in ambiente urbano

Dal 20 al 22 aprile 2016 Torino ospiterà il Congresso mondiale degli Architetti del Paesaggio. Nel quartiere della 8 si terrà l’evento Urban Nature-Art Torino.

Tasting the landscape”, il tema del congresso: assaporare, gustare il paesaggio sotto tutti i suoi aspetti, dalla bellezza dei luoghi e alla loro cura a ciò che il paesaggio stesso contiene nei suoi aspetti sociali, antropologici e culturali. Al congresso, che si svolgerà al Lingotto con la collaborazione del comune di Torino, si affiancheranno eventi collaterali nel territorio della città: mostre, workshop e conferenze.

Uno di questi eventi, “Urban Nature-Art Torino” (Arte e Natura in ambiente urbano) è in fase di preparazione e si svolgerà nel quartiere di San Salvario dal 17 al 24 aprile. Ad organizzarlo insieme all’AIAPP Piemonte (Associazione Italiana  Architetti del Paesaggio), L’Agenzia di Sviluppo di San Salvario e l’associazione Le donne per la difesa della società civile.

L’idea dell’evento prende spunto da due manifestazioni che hanno luogo in Liguria nell’imperiese, a Bellissimi (una frazione di Dolcedo) e a Pieve di Teco.  In Liguria, le opere realizzate anche con elementi naturali o abbandonati nell’ambiente, vengono esposti in giardini terrazzati o in percorsi naturalistici. L’esposizione, che oltre ad affiancare il congresso sarà un’anticipazione dell’edizione 2016 di “San Salvario ha un cuore verde”, prevede l’esposizione delle opere d’arte in due contesti differenti: i cortili di San Salvario e il Giardino Roccioso – Roseto del Valentino.

Noi abbiamo accompagnato uno degli organizzatori della manifestazione a “caccia di artisti” e ci siamo imbattuti in via Ormea, all’angolo con via Berthollet, con un’artista inaspettata. Una gentile (e brava) parrucchiera che nel suo salone ospita opere realizzate da lei, che oltre ad abbellire  le sale diventano arredo funzionale all’attività. La nostra parrucchiera artista, Tiziana Cutellè, per la quale anche una bella acconciatura può essere un’opera d’arte, si è naturalmente dichiarata entusiasta all’idea di partecipare alla manifestazione e ha accettato l’invito: “Fare arte è un modo per esprimersi, è come sentirsi liberi, a proprio agio con se stessi. E devo dire che anche i miei clienti apprezzano le carezze ai capelli  guardando le mie creazioni artistiche”, ci dice salutandoci Tiziana.

Augusto Montaruli

Tags: , , ,

Sezione: Cultura, scuola e sport, Dal territorio, News

Lascia un commento