Home » Gruppi Consiliari » Moderati » Sul Valdese si è deciso senza ascoltare il territorio

Sul Valdese si è deciso senza ascoltare il territorio

Ero presente alla manifestazione del 20 aprile in piazza Madama Cristina, in quanto sono uno dei tanti firmatari della petizione per sostenere la continuità dell’Ospedale Evangelico Valdese e coordinatore della IV Commissione della Circoscrizione 8.

Ho sentito dire che l’Assessore Paolo Monferino é una persona arrogante per l’evidente suo comportamento; da parte mia aggiungo che ha anche dimostrato di essere una persona ignorante, ovvero ha agito senza conoscere minimamente il “caso” Valdese e credo non abbia mai avuto occasione di verificare personalmente la realtà di questa struttura ospedaliera ignorando quindi i servizi che ha intenzione di mutare e/o sopprimere. Ho avuto occasione di conoscerLo il 9 marzo scorso nella sala delle Colonne del palazzo Municipale dove, a tutti i presenti, ha ribadito che i giornalisti avevano dato la notizia che l’Ospedale Valdese veniva riconvertito in una struttura di lungo degenza ma che tale notizia non era affatto vera in quanto tutto era ancora in discussione.

IncontrandoLo personalmente durante il convegno l’ho invitato a prendere parte al nostro Consiglio Circoscrizionale in modo da ribadire personalmente a tutte le parti Sociali quanto aveva appena espresso, ma ha rifiutato l’invito per diversi impegni già presi in precedenza però mi ha promesso di inviare in Sua vece il dottor Sergio Morgagni. Ho quindi pregato l’Assessore di valutare bene le decisioni della riconversione dell’Ospedale avendo la premura di incontrare le parti Sociali per un dialogo costruttivo, e l’ingegnere mi ha risposto testualmente: “prima di muoverci ascolteremo tutti”. Naturalmente neanche il dottor Sergio Morgagni si è fatto vedere e sentire e constatato quanto proposto dall’Assessore in Consiglio Regionale a riguardo il futuro dell’Ospedale Evangelico Valdese senza essersi incontrato con alcuna della parti Sociali rifiutando ogni forma di dialogo dando così l’impressione di ritenersi superiore, non mi resta che prendere atto della mia convinzione che questa persona é inadatta alle mansioni così delicate ed importanti a cui dovrebbe attendere con scrupolo per il bene dei Cittadini. (di Giovanni Bresciani, coordinatore IV commissione Circoscrizione 8)       

Tags:

Sezione: Moderati

Lascia un commento