Home » News » Cultura, scuola e sport » Salone del Libro Off, le Circoscrizioni protagoniste della cultura letteraria diffusa

Salone del Libro Off, le Circoscrizioni protagoniste della cultura letteraria diffusa

Nella mattinata di giovedì 3 maggio si è tenuta al cinemateatro Baretti la conferenza stampa della kermesse. Dall’8 al 14 maggio oltre 150 gli appuntamenti in programma, diversi dei quali nei quartieri di San Salvario, Cavoretto e Borgo Po.

Un nuovo approccio di lavoro che con metodo e giuste scelte sappia costruire un legame sempre più saldo e partecipato tra il Salone Internazionale del Libro, il Circolo dei Lettori, le Circoscrizioni e i Comuni della cintura. L’assessore alla Cultura della Città di Torino, Maurizio Braccialarghe, detta le linee di condotta della fiera del libro e della sua appendice Off per sfidare nel futuro l’agguerrita concorrenza nel settore delle altre grandi metropoli italiane. E più in particolare sul Salone Off, cioè su quella parte della manifestazione che, collegata all’appuntamento del Lingotto, da quest’anno coinvolge i quartieri di 5 Circoscrizioni (2, 3, 4, 7 e 8) e la biblioteca civica Archimede di Settimo Torinese, Braccialarghe ha elogiato il ricco programma, con l’augurio che nei prossimi anni gli enti di prossimità siano 10 su 10 e con l’aggiunta di sempre più i Comuni dell’hinterland torinese.

Alla conferenza stampa di giovedì 3 maggio, oltre all’assessore, erano presenti al cinemateatro Baretti anche Rolando Pecchioni, presidente della Fondazione Salone Internazionale del Libro (che sinteticamente ha presentato la 25esima edizione dell’evento che si svolgerà dal 10 al 14 maggio), Marco Pautasso, dell’ufficio Eventi, Antonella Parigi, del Circolo dei Lettori, Elisa Piastra, assessore all’Innovazione del Comune di Settimo Torinese, e i rappresentanti politici delle 5 Circoscrizioni. Per la 8 il Presidente Mario Cornelio Levi: “Ogni Circoscrizione – ha spiegato – ha scelto una parola per dare un filo conduttore alle iniziative che si svolgeranno sul proprio territorio. Noi abbiamo scelto il termine Ballatoio, quale luogo di incontro e di confronto tra i vicini, un crocevia di diverse nazionalità, cultura e religioni. Per il quarto anno consecutivo – ha concluso Levi – le iniziative toccheranno tutti e tre i nostri quartieri e posso assicurare l’alta qualità dell’offerta culturale che rivolgeremo agli abitanti e agli ospiti che vi parteciperanno”.

Il programma Off della Circoscrizione 8 è stato presentato nello specifico dalla coordinatrice Paola Parmentola nella V commissione che si è tenuta nel pomeriggio, sempre di giovedì 3 maggio, nella sala consiliare di via Campana (per gli appuntamenti giornalieri consultare il RubricOtto). Parmentola ha anche ringraziato le  associazioni che hanno collaborato alla sua stesura, sottolineando che le iniziative si rivolgeranno a tutte le fasce d’età, compresi i bambini, valorizzando alcuni luoghi del territorio: da Largo Saluzzo a piazzetta Primo Levi, dal Parco Michelotti al Pontile Murazzi. (di Giovanni D’Amelio)

Tags: ,

Sezione: Cultura, scuola e sport

Lascia un commento