Home » Gruppi Consiliari » Movimento 5 Stelle » Ambizione e partecipazione!

Ambizione e partecipazione!

Da mesi in Circoscrizione 8 si sono seguite commissioni scarsamente partecipate dai cittadini (frequentano i soliti volti noti a parte qualche piccola novità….) su argomenti sostanzialmente coerenti con problemi ridondanti. Mobilità sostenibile, scarsità di parcheggi, movida notturna. E seppur pochi, i cittadini presenti lamentano la mancanza di un approccio integrato e complessivo per andare oltre i vari empasse che le singole questioni presentano. Si propone un parcheggio interrato a Porta Nuova realizzato da privati per raggranellare qualche piccola compensazione in arredi urbani chiamandola riqualificazione. La modifica della viabilità del traffico in via Valperga Caluso per ridurre un po’ il traffico privato. Sono addirittura stati illustrati due o tre scenari di (futuribile) riqualificazione di via Nizza con tratti (interrotti) di pista ciclabile nuova. In piazza Govean i topi hanno occupato l’area verde (abbastanza squallida) intorno alla statua. Addirittura una parziale e provvisoria pedonalizzazione di largo Saluzzo. L’ossessione della lobby dei commercianti, dei proprietari di locali con dehors, dei residenti che non trovano parcheggio spaventano una maggioranza (e tutta l’amministrazione in verità) costretta dalla chiusura dei cordoni finanziari della città a rischio commissariamento se non vende tutto il vendibile per fare cassa. E le soluzioni proposte sono sempre all’insegna del mettiamo una pezza e vediamo come regge. Ripeto e sottolineo che le soluzioni sono sempre proposte dall’alto con spesso mille problemi di dialogo e compatibilità fra gli uffici tecnici comunali competenti che magari negano un risultato raggiunto con lo sforzo di energie civili in ottica sperimentale a costo zero. Ad esempio “Manà Manà” lamentava che le “panchine portabici” inventate e proposte a costo zero, ben accolte da un ufficio tecnico si scopre non sono accettabili da un’altro. La “semi-pedonalizzazione” (buon idea ma finta) di largo Saluzzo sarà sperimentata nel mese di agosto (e basta probabilmente). Insomma la domanda è: ma perchè non vengono coinvolti attivamente e sistematicamente i cittadini, residenti ed fruitori del territorio, per accogliere, valutare e scegliere interventi e strategie? Occorre essere ambiziosi per una politica dei cittadini che rivoluzioni il modo di decidere le soluzioni insieme a chi vuole partecipare. E sono molti a non sentirsi coinvolti. Perchè le soluzioni imposte a tavolino sono sempre discutibili poiché non partecipate. La valorizzazione delle idee di tutti invece ed il dibattito con momenti sistematicamente pubblici cui si possa partecipare davvero aprono al vero cambiamento condiviso. Anche senza soldi. Perchè la gente vuole fare.

Tags:

Sezione: Movimento 5 Stelle

Lascia un commento