Home » Gruppi Consiliari » Lega Padana Piemont » Ospedale Evangelico Valdese: un fiore all’occhiello per la città di Torino

Ospedale Evangelico Valdese: un fiore all’occhiello per la città di Torino

La cosa più importante della Commissione di martedì 24 luglio in merito alla situazione in cui versa la possibile variazione di destinazione d’uso dell’Ospedale Valdese è stata l’ormai consueta assenza degli organi regionali nelle cui mani sono le sorti, che peraltro si presumono ormai decise come asserito nei numerosi interventi del pubblico, delle Associazioni e dei medici che operano presso la struttura. Un appuntamento, praticamente, che non è servito a nulla come tutti i precedenti, compresa l’Assemblea Pubblica di Piazza Madama Cristina, a causa della mancanza di volontà di dialogo da parte della Regione che ormai si dedica soltanto più alla cultura dei tagli. Ritengo che sia vergognoso che l’Assessore regionale Monferino, o chi per lui, non riesca a trovare il tempo, pur essendo da noi pagato, per confrontarsi con la cittadinanza, ma forse lo teme per la mancanza di valide giustificazioni. Non mi stupisco, desidero sottolineare, della difesa a spada tratta prodotta dal Consigliere della Lega Nord il quale ha giustificato l’operato della Giunta Cota, e mi sarei peraltro stupita del contrario,criticando, a mio parere ingiustamente, il Presidente della Circoscrizione Mario Levi il quale aveva definto “arrogante” il comportamento dell’Assessore (Ing. Meccanico?) Monferino e peraltro se n’era andato dall’aula prima di ottenere risposta ed il giusto confronto asserendo che si trattava di un’Assemblea pilotata. Desidero altresì ricordare che tempo addietro presentai un’odg sui tagli alla Sanità messi in cantiere dalla Giunta Cota: ebbene,il mio documento fu bocciato e super criticato dalla minoranza (Pdl, Lega Nord, Udc, Movimento 5 Stelle) dalla quale mi dissocio. La chiusura dell’Ospedale Valdese fa parte di questa sorta di taglio dalla quale prendo le distanze in quanto la struttura, a mio parere è un fiore all’occhiello per la città di Torino, la Circoscrizione 8 e non soltanto; probabilmente, come asserito da molti, dà fastidio a qualcuno. Lo si vuole convertire perchè così com’è funziona troppo bene? Chiudo ribadendo la mia perplessità sull’efficienza nel campo sanitario di chi si è sempre occupato di ingegneria meccanica e siderurgia: lascio a voi cittadini le debite conclusioni. (Consigliera Maria Luciana Pronzato)

Tags:

Sezione: Lega Padana Piemont

Lascia un commento