Home » News » In silenzio per gli altri: un premio per il volontariato sociale che rende migliore la Città

In silenzio per gli altri: un premio per il volontariato sociale che rende migliore la Città

In un condominio di via Nizza ogni giorno si accolgono donne in difficoltà per prepararle e inserirle nel mondo del lavoro. La missione di suor Lorenza e l’importanza della casa di accoglienza Ain Karim.

Suor Lorenza tra il Presidente della Circocrizione 8 Mario Cornelio Levi (a sinistra) e il coordinatore Giovanni Bresciani

Suor Lorenza, al secolo Maddalena Cocco Lasta, svolge la sua opera silenziosamente in un condominio di via Nizza. In questo luogo la religiosa ospita ed istruisce numerose ragazze, di diverse nazionalità, nei lavori di casa, le prepara come colf, badanti e baby sitter, e le introduce nel mondo del lavoro. Sono ormai 36 anni che suor Lorenza si occupa di questa attività sociale, gli ultimi 11 in San Salvario. “Verso la fine del 2001 – racconta – in via Saluzzo abbiamo ospitato una ragazza russa, che non sapeva dove andare a dormire; a lei sono seguite due siberiane e poi tante altre… Non ci si poteva neanche muovere on quella casa… poi nel 2004 la Provvidenza ci ha offerto un alloggio più grande in via Nizza dove progressivamente sono state accolte centinaia di persone permettendo la nascita della casa di accoglienza “AIN KARIM”. Qui quotidianamente ci sono trolley che vanno e che vengono, imprevisti a cui dare una risposta. Talvolta suor Lorenza è impegnata anche in 50 colloqui individuali in un giorno presso il centro di ascolto in via Baretti, seppur coadiuvata da alcune volontarie competenti e sensibili. Poi la casa, il bucato, la cucina per le ospiti e un piatto in più per chi viene all’improvviso. “Divido con loro la vita comunitaria, l’amicizia, la risata, la preghiera per i pasti, nel rispetto delle diverse religioni”. Suor Lorenza in questi anni é riuscita a trovare per queste persone bisognose centinaia di posti di lavoro. Ha evitato a tante ragazze pericoli, difficoltà, disagi e sofferenze. Ha operato silenziosamente una missione di accoglienza, insegnamento ed inserimento al lavoro, pur rimanendo in Italia, in un condominio!

Per questa sua opera, suor Lorenza, insieme ad altre persone che come lei cercano di rendere migliore questa Città, martedì 2 ottobre è stata premiata direttamente da Piero Fassino. “Questa è una giornata in cui giustamente si rende omaggio a quanti dedicano in modo volontario il loro tempo, la loro intelligenza e la loro esperienza agli altri – ha affermato il Sindaco – ed è giusto farla coincidere con la festa dei nonni perché i primi volontari da sempre sono loro”. “Queste persone rappresentano una ricchezza straordinaria – ha proseguito Fassino – e una società intelligente deve saper utilizzare bene le sue risorse”. A festeggiare suor Lorenza c’erano anche don Piero Gallo, don Mauro Mergola, il Presidente della Circoscrizione 8, Mario Cornelio Levi e il coordinatore Giovanni Bresciani, oltre ed alcune sue allieve.

Tags:

Sezione: News

Lascia un commento