Home » News » Politica ed Amministrazione » I ladri di tombini non si fermano ancora, ma il problema può stimolare il cambiamento

I ladri di tombini non si fermano ancora, ma il problema può stimolare il cambiamento

Non si arresta la “razzia” nel quartiere San Salvario . Via Saluzzo, via Petrarca, via Belfiore, via Ormea e l’elenco potrebbe continuare, da settimane sono “ostaggio” delle singolari quanto fastidiose sparizioni.      Non tutto il male, però, vien per nuocere.

I cittadini di San Salvario, oltre a stupirsi e ad arrabbiarsi delle continue sparizioni di tombini, s’interrogano su chi possa essere il colpevole o i colpevoli di questi ladrocini, e nel mentre s’ingegnano su come segnalare il pericolo a chi percorre quotidianamente i marciapiedi “pieni di buchi”. Una prova la si può vedere nella foto accanto che mostra la sedia messa dal gestore de “La luna storta” a coprire la ruberia di questa notte. Ma ne giorni scorsi  forme di segnalazioni ne abbiamo viste diverse, anche divertenti, se così si può dire, come quella in via Petrarca dove un foglio bianco di cartone sistemato sul buco riportava la scritta “manca il tombino”.

Su questi continui “colpi” il responsabile della sezione territoriale dei Vigili Urbani, Piero Zabeo, invita i cittadini a segnalare le maggiori situazioni di pericolo alla Circoscrizione o alla municipale. Zabeo ricorda anche che il tombino può essere di competenza comunale, ma anche condominiale, come la stragrande maggioranza di quelli spariti in San Salvario.  In questo caso occorre attivare subito l’amministratore dello stabile per ripristinare la sostituzione. Un consiglio, a scanso di nuovi furti, è provvedere alla sostituzione dei tombini in metallo con quelli in materiale riciclato e fonoassorbente. Due caratteristiche che si sposano bene con il quartiere. Trasformando il “problema” in opportunità di cambiamento.

Per quanto riguarda le indagini – aggiunge e conclude il comandante Zabeo – sono di competenza della polizia giudiziaria, ma ogni segnalazione utile a scoprire i colpevoli la si può inoltrare anche nella sede dei vigili di via Saluzzo 26. Ogni tombino sul mercato della ricettazione vale pochi euro, ma sulla quantità, come sta avvenendo, può procurare un bel gruzzoletto.

Tags: , ,

Sezione: Politica ed Amministrazione

Lascia un commento