Home » News » Ambiente ed Ecologia » Il Comune boccia la nascita del Comitato per la collina: non ci sono né soldi né personale

Il Comune boccia la nascita del Comitato per la collina: non ci sono né soldi né personale

Doveva diventare  un organismo, promosso dalle Circoscrizioni 7 e 8, con il compito di studiare, monitorare, difendere e promuovere la parte di città che si estende alla destra del Po. Buffetti: “Mi auguro che il progetto possa essere ripreso in un futuro”.

Chi frequenta abitualmente le pagine di OttoInforma ricorderà alcuni articoli di qualche mese fa  che parlavano dell’idea di creare un comitato che si occupasse del territorio collinare compreso all’interno delle Circoscrizioni 7 e 8. L’intento era quello di mettere a punto un sistema di monitoraggio e di intervento più efficace, tale da integrare le competenze e le professionalità di più enti preposti (gli uffici tecnici del Comune e delle Circoscrizioni, della Provincia, della Guardia Forestale, della Protezione Civile, dell’Università, dell’Amiat nonché dei molti volontari disponibili). A tal fine erano state organizzate un paio di riunioni congiunte tra i due enti di prossimità  e presentato un documento per la discussione che sarebbe dovuto diventare una delibera di intenti. Le due riunioni avevano visto una partecipazione molto interessata e vivace di soggetti, i quali avevano evidenziato i molti problemi e le criticità del territorio, ma anche le difficoltà di coordinare tutti gli attori interessati. Il passo successivo è stato quello di confrontarsi con il Comune, principale interlocutore delle Circoscrizioni, come è ovvio, e qui sono nate le difficoltà. L’ente centrale, infatti, che si trova in grosse difficoltà economiche e di personale, ha ritenuto il progetto troppo ambizioso perché comunque necessita di uno sforzo non solo organizzativo, ma anche finanziario per essere  efficace. Una sorta di de profundis che al momento, per forza di cose,  ha costretto le due Circoscrizioni ad accantonare il piano in attesa di tempi migliori. “Sono dispiaciuta di questo stop – ha sostenuto Germana Buffetti, coordinatrice della commissione Ambiente della Circoscrizione 8 – perché il progetto ha generato diverse aspettative fra i cittadini, ma mi auguro che sia solo una battuta di arresto e che in un futuro non troppo lontano possa essere ripreso, come è successo, ad esempio, per l’Anello Verde e per Collina Po”.

Tags:

Sezione: Ambiente ed Ecologia

Lascia un commento