Home » News » Cultura, scuola e sport » Mensa scolastica, i genitori si lamentano della qualità e la protesta corre in strada e sul web

Mensa scolastica, i genitori si lamentano della qualità e la protesta corre in strada e sul web

Lunedì 30 settembre, dalle ore 17, si terrà una manifestazione davanti a Palazzo Civico. Dall’assessorato competente fanno sapere che il servizio ha una nuova gestione, monitorata quotidianamente. Nella 8 si mobilita l’associazione Manzoni People.

“I bambini di Torino vi augurano buon appetito!”. Questo l’oggetto di decine e decine di mail che in queste ore stanno facendo capolino verso gli indirizzi di posta elettronica del Sindaco, degli assessori e di tutti i consiglieri comunali della Città. Inviate da tanti genitori per manifestare la loro insoddisfazione sul basso livello di qualità del cibo somministrato nelle mense scolastiche cittadine. “Ascoltando le  lamentele – sostengono dall’associazione Manzoni People, che insieme al Coogen Torino sta portando avanti la protesta anche sul territorio della Circoscrizione 8 – è ormai chiaro che la qualità/gusto del cibo è andata peggiorando nel corso degli ultimi anni, mentre le tariffe sono cresciute. Il tempo-mensa dei bambini è a tutti gli effetti tempo-scuola e tale deve rimanere, sempre che il cibo sia di qualità, vada incontro ai gusti e permetta agli insegnanti di utilizzare questo momento per educare ad una sana alimentazione ed educazione della tavola”. “Venendo a mancare la qualità e il gusto – continuano i genitori – i bambini sono sempre meno propensi a mangiare ciò che la mensa comunale propone, subendo un doppio danno: non si nutrono sufficientemente per reggere la giornata scolastica, non imparano ad avere una alimentazione varia ed equilibrata (che dovrebbe essere garantita dalla mensa scolastica) necessaria per un corretto sviluppo”.

Dall’assessorato competente non nascondono il problema e comunicano che si stanno prendendo provvedimenti per migliorare la situazione. Con la precisazione che come ogni
avvio di anno scolastico la refezione, che eroga circa 30 mila pasti al giorno, ha bisogno di un breve periodo di assestamento. Con l’aggravante quest’anno anche del cambio di gestione del servizio.

Una difesa che non convince i genitori, i quali hanno indetto per lunedì 30 settembre una manifestazione davanti a Palazzo Civico. “Una merenda in bianco – dicono dal Coogen – ovvero un momento per parlare in allegria, mentre in Consiglio Comunale discutono di come aumentarci nuovamente le rette”.

Tags:

Sezione: Cultura, scuola e sport

Lascia un commento