Home » News » Sanità e Servizio Sociale » Torino No mal di testa, un programma applicato a 2.300 dipendenti comunali

Torino No mal di testa, un programma applicato a 2.300 dipendenti comunali

Il 10 ottobre ha preso il via in città un’iniziativa innovativa per la salute di tutti i torinesi che mira alla prevenzione e alla cura del mal di testa e del dolore cervicale alle spalle. La Circoscrizione 8 é stato il primo ente di prossimità ad aderire al progetto.

Il professor Franco Mongini

Lunedì 21 ottobre, presso l’Università di Biotecnologie in via Nizza 52, dove hanno luogo “I Lunedì della Prevenzione”, si è tenuto un interessante incontro sul tema del mal di testa. Un progetto promosso dal team del professor Franco Mongini (Università di Torino, Associazione Nazionale Nomalditesta ONLUS, Città della Salute e della Scienza di Torino) in collaborazione con la Città di Torino, le Circoscrizioni cittadine, le Farmacie Territoriali, il Polo Cittadino della Salute e le ASL distrettuali. “Il progetto – spiega il professor Franco Mongini – fa seguito a due ricerche condotte in collaborazione con l’Università di Torino e l’Ospedale Molinette, in cui un programma educazionale e di esercizi è stato applicato complessivamente a più di 2300 dipendenti del Comune di Torino con risultati molto significativi in termini di riduzione di frequenza mensile di cefalea e dolore cervicale e di ridotta assunzione di farmaci tra il 40% e il 50%. Tali risultati sono stati oggetto di pubblicazione su
prestigiose riviste scientifiche internazionali”. A ciò – aggiunge il responsabile del
progetto – ha fatto seguito il lancio di un social network
a cui chiunque può gratuitamente accedere fruendo del programma di istruzioni già applicato con successo a un gran numero di soggetti. Vengono messi a disposizione video e materiale stampabile e il servizio viene continuamente arricchito con nuove informazioni e iniziative”. Tutti i cittadini residenti a Torino possono partecipare a questa iniziativa collegandosi al sito www.nomalditesta.it Dopo aver risposto ad alcune semplici domande il cittadino potrà entrare in un’area protetta da una password strettamente personale ed accedere alle informazioni e al programma educazionale e di esercizi. L’utente sarà automaticamente iscritto al Progetto Torino nomalditesta e potrà fruire dei servizi e delle iniziative messe in atto di cui verrà regolarmente informato. “L’ iniziativa – sottolinea il professor Mongini – viene per la prima volta applicata alla popolazione di una grande città e, come hanno dimostrato gli studi che la precedono, può conseguire significativi benefici in termini di prevenzione e abbattimento di problemi di salute molto diffusi”.

I prossimi incontri con la popolazione già in calendario nell’ambito del progetto “Torino nomalditesta” sono: il 29 ottobre alle 20.30 allo Spazio Incontri di corso Belgio 91 (Circoscrizione 7), il 5 novembre alle ore 17.00 presso l’Aula Consiliare di corso Peschiera 193 (Circoscrizione 3), il 14 novembre alle ore 16 presso la sala Consiglio  Via San Benigno  22
(Circoscrizione 6), il 21 novembre ore 16 preso il Centro Incontri Falchera via delle Querce 23/bis, il 10 dicembre alle ore 17.30 presso la   Sala Circoscrizione   Via Stradella  192  (Circoscrizione  5). Per maggiori informazioni sul progetto: professor Franco Mongini (cell. 3391667166; e-mail: franco.mongini@unito.it)

Tags:

Sezione: Sanità e Servizio Sociale

Lascia un commento